Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

SAVE THE DATE 24 SALERNOUn confronto sulle potenzialità del Terzo Settore nel centro-sud Italia. Un incontro aperto a Salerno, realizzato da Human Foundation in collaborazione con Fondazione Johnson & Johnson e Fondazione Carisal.

A Salerno, simbolo del riscatto del mezzogiorno si svolge la due giorni di Percorsi di Innovazione per il Sociale, iniziativa fortemente voluta da Fondazione Johnson & Johnson e Human Foundation con l’intento di offrire strumenti formativi che diano slancio a idee progettuali innovative e ad alto impatto sociale nel Sud Italia.

Dopo due anni di collaborazione sono più di 200 le organizzazioni sociali che hanno preso parte alle tante iniziative volte all’accrescimento delle loro competenze e questa sarà l’occasione per fare il punto insieme. Non solo formazione per i tanti operatori del Terzo Settore che hanno accolto l’invito, ma anche un momento partecipativo per raccontare e condividere esperienze di organizzazioni che sono state capaci di innovarsi in un contesto in cui il sociale è sempre più sollecitato a rispondere a vecchi e nuovi bisogni della comunità.
Quali sono le potenzialità del terzo settore nel Sud e quanto si può ancora fare? È a questo interrogativo che cercheranno di dare risposta le organizzazioni che porteranno la propria testimonianza all’interno dei tavoli di lavoro; parole d’ordine, innovazione e impatto sociale che ormai rappresentano il mantra di chi si impegna a rispondere ai bisogni territoriali per rafforzare il tessuto economico-sociale del Sud.
Si alterneranno testimonianze dirette di chi, ogni giorno, si impegna concretamente creando modelli di intervento sempre più innovativi e tesi alla ricerca di partnership multisettoriali, al raggiungimento di una maggiore sostenibilità economico-finanziaria tenendo sempre il focus sui bisogni sociali e sulla necessità di coinvolgere gli utenti stessi nei progetti.


In primis testimoni locali come la cooperativa sociale Capovolti che ha avuto il coraggio di capovolgere la logica comune coinvolgendo nella governance dell’impresa le persone con disagio mentale beneficiarie del progetto di agricoltura sociale.
Di inclusione sociale e lavorativa si occupa anche Domus de Luna, che ha dato vita alla Locanda dei Buoni e Cattivi, impresa sociale economicamente sostenibile che ha voluto dare dare un’occasione di riscatto alle giovani mamme e ai ragazzi in situazione di disagio.

SAVE THE DATE jj 25 NOV 01 3E ancora il Gruppo Cooperativo GOEL che ha lanciato una sfida alla morsa della ‘ndrangheta e della disoccupazione commercializzando progetti ormai di successo come Cangiari, il primo marchio di Moda Etica di fasci alta in Italia, e GOEL-Bio rispettoso degli standards di qualità, etica e legalità.
Identità diversa ma obiettivo comune per UBI Banca che, attraverso il Project Finance ad Impatto sociale di UBI Comunità a Torino, è riuscita ad attivare una collaborazione trasversale coinvolgendo la componente pubblica, privata e del privato sociale per un intervento volto a sopperire il calo di risorse destinate ai servizi di welfare.
Tra i numerosi ospiti anche Con I Bambini Impresa Sociale che presenterà i bandi sulla prima infanzia e adolescenza pubblicati per dare attuazione al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile destinato a sostenere interventi “finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori”.


Il convengo è stato realizzato con il partenariato della Fondazione Carisal, il cui impegno per questi temi sociali si distingue come un’eccellenza nel Sud Italia. Tanti attori diversi convinti che oggi più che mai sia necessario aprirsi e fare rete condividendo risorse, esperienze e competenze per sostenere un sociale sempre più capace di fare la differenza.

Programma_Definitivo_25_novembre.pdf

Iscrizioni alla giornata del 25 novembre