Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

E' uscito, scaricabile gratuitamente, il nuovo paper curato da Filippo Montesi per Human Foundation. Attraverso 4 casi di studio, il rapporto analizza le sfide fondamentali dello sviluppo sostenibile e della coesione sociale che la società globale sta affrontando. Sono presentate alcune rilevanti iniziative portate avanti quadro social scatola neraper sperimentare modelli innovativi di finanziamento che ricercano, malgrado difficoltà metodologiche e operative, tracce di evidence circa il proprio impatto. Nell’ultimo decennio riferimenti a concetti come accountability e impatto sono divenuti sempre più presenti e rilevanti nel campo degli investimenti sociali a livello nazionale e internazionale. Questi concetti sono tuttavia interpretati e applicati in modi diversi dagli stakeholder che animano un settore particolarmente complesso e in evoluzione. Sempre meno definito nei propri confini, il settore degli investimenti sociali richiede una maggiore attenzione sulla qualità e sull’impatto degli interventi.

Di qui, l’importanza della valutazione, al fine di disegnare ed attuare modelli di finanziamento ed intervento, che valorizzano interessi e competenze diverse, rafforzano la trasparenza e l’accountability nei processi, e integrano forme sistemiche di raccolta di evidenza empirica e sviluppo di conoscenza.

Il paper, scaricabile gratuitamente, mostra come grandi organizzazioni, con la missione di investire nello sviluppo sociale ed economico delle comunità locali, siano esse nei PS o nei PVS, si sono confrontate con il tema della valutazione all’interno della propria strategia d’intervento. Le esperienze di Social Impact Accelerator (SIA-EIB), Deutsche Investitions- und Entwicklungsgesellschaft (DEG), Acumen Fund e Root Capital evidenziano l’importanza della collaborazione e dell’accountability tra stakeholder, la necessità di visioni condivise e orizzonti di lungo periodo, lo sviluppo di soluzioni tecniche che tengono insieme la gestione manageriale di un investimento e quella dell'impatto sociale.

Le buone pratiche contenute nel rapporto indicano come la conoscenza e la valutazione possano essere fondamentali per la gestione e la sostenibilità degli investimenti nel medio-lungo periodo e per cogliere la preziosa opportunità di sviluppare un mercato degli investimenti sociali che sia effettivamente una potente leva di cambiamento sociale a livello globale.

Scarica qui il paper