Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

E' uscita la V edizione di "Eyes on the Horizon", il monitoraggio realizzato da GIIN e JP Morgan sugli investimenti a impatto. Lo studio rivela un mercato complessivamente in crescita, con investimenti ad impatto avviati in tutto il mondo e in diversi settori. L'indagine fornisce un quadro dettagliato dei tipi di investitori, del numero e dimensioni degli investimenti effettuati, intervistando 146 fra i maggiori investitori a impatto del mondo (tra cui fondi, banche, istituzioni, fondazioni). Ne risulta che sono stati investiti oltre 10,6 miliardi dollari nel 2014, con l'intenzione di impegnare il 16% in più di risorse nel 2015. Il campione interpellato gestisce 60 miliardi di dollari di investimento di impatto.

GIIN piccola

Tra i principali risultati:

Allocazione degli investimenti
• Gli intervistati gestiscono 60 miliardi di dollari su investimenti di impatto;
• Le regioni in cui il maggior numero di investitori prevede di aumentare le loro allocazioni sono l’Africa Sub-Sahariana, seguita dal Sud-Est asiatico, America Latina e Caraibi;
• L’energia, il cibo, l’agricoltura e la sanità sono i settori per i quali il maggior numero di intervistati prevede di aumentare le loro allocazioni.

Prestazioni e uscite
• Gli intervistati hanno riferito che il rendimento dei loro portafogli risulta essere per lo più in linea con le loro aspettative sia d'impatto che di rendimento finanziario;
• Il 98% degli intervistati ha riferito che l’impatto sociale e/o ambientale supera o è in linea con le loro aspettative;

Misurazione di impatto
• Il 99% degli intervistati misura le prestazioni sociali/ambientali dei loro investimenti, facendo per lo più riferimento a IRIS che utilizza metriche per misurare la performance sociale, ambientale, e finanziaria;
• Il valore della misurazione per valutare le prestazioni finanziarie delle società in portafoglio e informare i futuri investitori risulta essere “molto importante” per il 65% degli intervistati.

Secondo il campione, negli ultimi cinque anni:
• La pratica di misurazione d’impatto è migliorata (77%);
• I governi stanno avendo un ruolo molto più attivo (67%);
• La qualità degli imprenditori/delle opportunità di investimento sta migliorando (64%).

pdf scarica qui lo studio "Eyes on the Horizon" (783 KB)